• +39 0499903934
  • info@seialtrove.it
  • Cerca

TRASFORMAZIONE E RISVEGLIO

Brano letto nel corso della rubrica “Gli Altronauti”, all’interno della trasmissione “Il Coraggio delle Idee” su Radio Gamma 5 il 28 Aprile 2017.


Se accedo alla mia trasformazione e al mio Risveglio creo le condizioni per un mondo migliore.

Tuttavia per Essere strumenti di cambiamento dobbiamo immergerci nelle cause e non più negli effetti e le cause sono molteplici e sono strettamente correlate al nostro Lavoro Interiore. È questo nostro Lavoro che le sta portando in superficie, le sta rendendo consapevoli, visibili, manifeste. Esse non sorgono dal nulla. Sono dentro di noi, siamo nati così, ed ora risaltano ed emergono come conseguenza del Lavoro svolto. Esse divengono nel procedere sulle Orme della Vita causa ed effetto della nostra azione di portare Luce nelle ombre meccaniche dei nostri affollati spazi interiori.

Siamo dunque pronti in questo inizio di Intensivo per conoscere tutte quelle tensioni, torsioni emotive, che limitano una concreta azione. Nell’attimo in cui inizia questa fattiva trasmutazione, insieme se uniti siamo chiamati ad immergerci nell’invisibile e abbandonare la superficie e la forma.

Guardiamo dunque come possono risultare utili tutti i nostri difetti e le nostre pene.
Bene, mettete maschera e pinne intanto: ci immergiamo.

Al livello più superficiale, le tensioni emozionali di basso profilo energetico che sentite dentro di voi sono una esatta misura della distanza, del velo, che esiste ad ogni istante tra la personalità automatica e l’Essere Interiore Reale, cioè la vostra Anima. Più siete distanti da ciò che siete davvero, e quindi dalla vostra missione da compiere su questa Terra, più questa tensione vi mostra, spesso in modo sofferente ma cristallino, l’unico modo che risulta essere in grado di scuotere il vostro apatico torpore da risultare, anche se si fa finta di non vedere e sentire, non arginabile. Questa tensione emozionale come un’ombra accompagna ogni essere umano che non ha intrapreso un reale e responsabile percorso di comprensione di se stesso, perché di fatto rappresenta l’immagine stessa, l’ombra, della sua divisione interiore.

IL LAVORO – FIGLIO E MAESTRO DELLA ROSA – PARTE 4

Brano letto durante la rubrica radiofonica Gli Altronauti, all’interno della trasmissione Il Coraggio delle Idee su Radio Gamma 5, venerdì 21 aprile 2017

… Continua dalla terza parte

Perché un Gruppo di Lavoro fa la differenza

Perché lavoriamo insieme. Sentiamo che se non partecipiamo a certe condizioni saremo presi dalle abitudini e dalle circostanze meccaniche della Vita, e in esse perderemo poiché veniamo assorbiti dai mondi di superficie. Forse qui, insieme, sarà possibile sperimentare condizioni in cui potrà apparire in noi e attorno a noi un’energia Superiore che ci preservi e disciplini.

Insieme, allora ci assumeremo la Responsabilità di Servirla e far si che questo seme sbocci e generi nel mondo.
Dobbiamo comprendere la necessità di lavorare con gli altri, e che gli altri sono necessari per noi quanto L’Insegnamento stesso che tramite la Madre Divina viene proposto.

Nei momenti difficili si pensa che sarebbe più facile lavorare da soli, non con tutte queste persone intorno, non in queste condizioni. Questo pensiero dimostra una totale mancanza di comprensione della nostra Via, e afferma ancora la necessità di liberarci dell’ostinazione, che non ha niente a che fare con la vera volontà di andare oltre i limiti e le difficoltà, pensieri, soliti pensieri erranti. Necessitiamo di uscire dalL’angusto cerchio di pensieri e sentimenti in cui siamo attualmente rinchiusi. Utile fuggire dai vecchi schemi, dai mille COMPROMESSI, per avere la possibilità di avvicinarci a un altro mondo e di esistere in modo differente. A questo scopo, sono necessari degli sforzi che maturano, nel lasciare andare il vecchio, nel morire Cosxientemente e sviluppare nuovi compromessi.
Ci raggruppiamo perché ognuno di noi sente la necessità di diventare innanzitutto consapevole di sé.
Finché sono quel che sono (cioè penso come penso e sento come sento) non conoscerò niente di Vero, niente di Reale. Devo diventare consapevole del mio modo di pensare e sentire, che condiziona tutte le mie azioni. DEVO CONOSCERMI. DEVO COMPRENDERE COME FUNZIONO.
Questo è lo sforzo che da alcuni anni mi prodigo 25 ore al giorno a FARE: educarmi a CONOSCERMI.

IL LAVORO – FIGLIO E MAESTRO DELLA ROSA – PARTE 3

Brano letto durante la rubrica radiofonica Gli Altronauti, all’interno della trasmissione Il Coraggio delle Idee su Radio Gamma 5, venerdì 14 aprile 2017

… Continua dalla seconda parte

Diciamo di essere nel Lavoro
Non dare più nulla per scontato

Diciamo di essere nel Lavoro. Cosa significa? Il Lavoro è un’Energia Essenziale e particolare, sostenuta da una forma di energia che può essere toccata ed utilizzata totalmente solo da una persona integra, un Individuo. Questa corrente all’inizio consiste in un nuovo approccio di pensiero, segue poi un nuovo moto di sentimento coeso ad una rinnovata azione. In sintesi il Lavoro induce una sorta di inibizione della reazione meccanica con cui normalmente ci relazioniamo con la vita, producendo un’azione di Qualità consapevole e disciplinata: una nuova padronanza. L’energia sviluppata passa dallo sperpero abitudinario ad essere veicolata in esperienze autentiche che con la pratica divengono spontanee e creanti.


Lavoro e Gruppo

Il singolo individuo, se già INTEGRATO INTERIORMENTE, può di certo sviluppare un mirabile Lavoro di manifestazione e creazione che incide sulla propria Realtà individuale, ma che energeticamente, all’inizio, risulta essere limitato alle Realtà collettive. Dare uno slancio attivo che operi anche sull’aspetto “macro” collettivo richiede un Lavoro comune, una cooperazione di gruppo per generare qualcosa di più ampio: come una catena di Esseri che cercano di essere più Cosxienti i cui sforzi si assistono gli uni con gli altri. Ecco cosa è oggi il Centro di Pedagogia Evolutiva “Sei Altrove”.
Ogni individuo che si unisce alla catena deve trovare il proprio posto, un RUOLO, un luogo dentro di SÈ stabilito in base all’utilità del momento. Poi, a seconda della sua Sostanza, del suo atteggiamento e delle sue azioni, o l’individuo mantiene e vivifica la catena nel punto in cui funge da anello, eppure scompare e non vi partecipa più.

IL LAVORO – FIGLIO E MAESTRO DELLA ROSA – PARTE 2

Brano letto durante la rubrica radiofonica Gli Altronauti, all’interno della trasmissione Il Coraggio delle Idee su Radio Gamma 5, venerdì 7 aprile 2017

… Continua dalla prima parte

Una Vera Conoscenza che fa la differenza, non più basata sulla dualità dei fenomeni e dei movimenti ma che racchiude in LEGGI UNIVERSALI perfette un unico movimento che include e contiene sempre i doppi processi, sia questi di natura mentale, fatti di pensieri e concetti, sia di natura vitale fatti di emozioni e sentimenti, sia di natura fisica fatti di istinti e pulsioni.
Si necessita di approcciarsi alla vita con un rinnovato strumento.
Un pensiero Retto e Amorevole è un pensiero sferico, circolare, che si SERVE e utilizza come strumento una mente Superiore, Intuitiva, Ispirata e Rivelatrice che nell’Autodiscernimento tende sempre all’insieme, all’unità, all’Unione, all’Amore.
Una nuova Cosxienza che contempla e contiene questo inarrestabile processo EVOLUTIVO è già qui, un retto pensiero e un PURO sentimento sono già qui, una Pace e un’immobilità imperitura sono già qui, un’Aspirazione costante è già qui, ma dove qui?
Proprio dentro di TE.
La tua evoluzione è già in te, è REMOTA, ed è solo la tua costante ignorante arroganza che vela e limita ciò che da sempre già SEI.

IL LAVORO – FIGLIO E MAESTRO DELLA ROSA – PARTE I

Questo brano è stato letto e commentato durante la rubrica radiofonica Gli Altronauti, all’interno della trasmissione Il Coraggio delle Idee su Radio Gamma 5, venerdì 31 marzo 2017.

Questo è un Lavoro di sintesi.
Fare una sintesi equivale a concretizzare gli eventi e le dinamiche che più hanno contraddistinto e informato i movimenti sperimentati in questo scorcio temporale della tua Vita.
In sincerità prova a Ricordare quanto finora hai conosciuto di te poiché oggi tu sei la sintesi di questo Ricordo.
Questa è Educazione Integrale.

Introduzione all’Educazione Integrale

Lo Scopo di ogni uomo è di perfezionarsi e progredire: Evolvere. L’uomo comune non ha Scopo, vive la propria vita vittima degli eventi, sonnecchia e sogna fluendo nella ripetizione sistemica identificato nel ruolo che recita, non ha nessuna altra attenzione che non sia rivolta al piacere-felicità o al dispiacere-sofferenza. Un funzionamento meccanico dualizzato accettato come unica realtà possibile, che informa e staticizza in serie masse incoscienti di animali pensanti che potremmo racchiudere in un unico modello.
Intinto nella menzogna questo modello di essere umano consuma la sua non vita oscillando tra idealizzazioni di successi e possibili fallimenti, misti di aspettativa e ansie da prestazione, intrisi nell’irriducibile senso di colpa, oscillando tra rimpianti e rancori passati o sogni e idealizzazioni future.

FLORILEGIO ERMETICO – LA SCELTA È NELLE TUE MANI 3/3

Il Florilegio Ermetico è una nuova Rubrica dell’Angolo di Hermes, che trova la propria Ragion d’Essere nella necessità di condividere momenti di ispirazione, profonda introspezione e saggezza ricavati dalle opere pubblicate a partire dalle trascrizioni delle lezioni, degli incontri e dei carteggi che Hermes,  la Guida del Centro Altrove, sviluppa con gli allievi tutti.
Una buna ed ispirata lettura a tutti voi dunque,
e Grazie

Continua…

PARTE 3

Per essere pronti a una Responsabilità collettiva e sociale, dovremo essere spietata-mente onesti con noi stessi, per assumerci la Responsabilità di rischiare senza paura i nostri pseudo agi e comodità pur di non cooperare con l’ingiustizia e lo sfruttamento perpetrato sistematicamente verso i nostri simili e principalmente verso il pianeta.
La maggior parte degli individui oggi, in questo caos di frammentazione sistemica, non sa qual è il senso della propria Vita e quali sono le azioni più importanti da com-piere.
Si seguono le mode e tendenze, si muta centro d’interesse secondo i dettami e gli schemi imposti dalla famiglia, dalla società, lasciandosi guidare dalle immagini create dalla mente, dai media o da personali ambizioni e superficiali desideri di essere meritevoli, utili e servizievoli.
Poiché si è abituati a vivere in superficie e a temere le profondità, i pensieri e le azioni che si dedicano all’insieme, alla famiglia, al gruppo, all’organismo, all’umanità, sono poco profondi, simili a fragili contenitori che si incrinano e si spezzano facilmente.
Alla fin fine, la maggior parte degli uomini comuni si preoccupa oggi, per abitudine, soltanto della propria meschina esistenza, della collezione di piaceri sensuali, dei ful-gidi processi volti alla sicurezza e al successo, della salvezza personale e dell’ansia per la malattia e la morte, piuttosto che dell’infelicità creata dalla propria ignoranza, dall’indifferenza e dall’insensibilità generali che ne derivano.

FLORILEGIO ERMETICO – LA SCELTA È NELLE TUE MANI 2/3

Il Florilegio Ermetico è una nuova Rubrica dell’Angolo di Hermes, che trova la propria Ragion d’Essere nella necessità di condividere momenti di ispirazione, profonda introspezione e saggezza ricavati dalle opere pubblicate a partire dalle trascrizioni delle lezioni, degli incontri e dei carteggi che Hermes,  la Guida del Centro Altrove, sviluppa con gli allievi tutti.
Una buna ed ispirata lettura a tutti voi dunque,
e Grazie


Continua…

PARTE 2

Abbiamo per abitudine scambiato la Libertà per l’autonomia e l’indipendenza, e la manipolazione dei sentimenti e delle emozioni per Amore.

In questo stato di ipnosi di massa non compiamo (e ancor meno prendiamo in considerazione) azioni che minaccino la nostra pseudo sicurezza o alterino la nostra abitudine a vivere “tirando avanti” salvaguardando i piccoli “orticelli” (famiglia, casa, lavoro, ferie, conto in banca) che ci permettono al massimo di sopravvivere, sperando che qualcosa prima o poi cambi.

Se continuiamo a far finta che tutto ciò sia normale, perseverando a vivere con noncuranza e indifferenza, badando solo all’utile privato e alla mera soddisfazione personale che mai è e mai sarà paga, in realtà in questo tempo di rinnovamento, stiamo scegliendo il suicidio non solo nostro ma dell’umanità.

FLORILEGIO ERMETICO – VITA E COMPRENSIONE

 

Il Florilegio Ermetico è una nuova Rubrica dell’Angolo di Hermes, che trova la propria Ragion d’Essere nella necessità di condividere momenti di ispirazione, profonda introspezione e saggezza ricavati dalle opere pubblicate a partire dalle trascrizioni delle lezioni, degli incontri e dei carteggi che Hermes,  la Guida del Centro Altrove, sviluppa con gli allievi tutti.
Una buna ed ispirata lettura a tutti voi dunque,
e Grazie

Le cose sorgono da sole, portate dalla corrente della Vita, poichè la vita ci precede e ci succede. Non c’è un prima nè un dopo, solo la Vita stessa.
La Comprensione arriva soo quando lo Spirito è quieto”

Hermes

FLORILEGIO ERMETICO – LA SCELTA È NELLE TUE MANI 1/2

Il Florilegio Ermetico è una nuova Rubrica dell’Angolo di Hermes, che trova la propria Ragion d’Essere nella necessità di condividere momenti di ispirazione, profonda introspezione e saggezza ricavati dalle opere pubblicate a partire dalle trascrizioni delle lezioni, degli incontri e dei carteggi che Hermes,  la Guida del Centro Altrove, sviluppa con gli allievi tutti.
Una buna ed ispirata lettura a tutti voi dunque,
e Grazie

PARTE 1
Oggi il mondo ci costringe ad accettare, almeno intellettualmente, la connessione che c’è tra noi e il fatto che siamo interconnessi e dipendiamo gli uni dagli altri. È proprio partendo da questa Verità, che sempre più individui stanno comprendendo quanto è urgente fermare la follia che ci circonda e che inconsapevolmente, fintanto che versiamo nell’ignoranza, contribuiamo a creare ed alimentare. Ciò nonostante, l’attuale risposta da parte di chi ha compreso questa Realtà è ancora superficiale, inadeguata alla complessità della sfida che questa presa di Cosxienza pone bene in evidenza. Molte generazioni di umani, nei millenni, per esigenze evolutive e spesso pratiche, hanno sviluppato, staticizzato e poi totalmente mentalizzato il modo attuale di essere, perdendo di vista la vera natura delle cose. La ripetizione sistemica dei modelli di comportamento, dei dogmi, dei concetti e delle idee preconfezionate ispirate all’etica e alla morale e il conseguente modo di porsi con gli altri e con il mondo hanno privilegiato l’illusione in cui versiamo. Questo processo può sembrare che abbia perso di vista l’evoluzione stessa, ma se visto sotto una Luce più ampia è servito proprio a mostrarci che questa strada è arrivata in un vicolo cieco.

Nel Reale il tempo è irrilevante per come si concepisce normalmente, in questi processi evolutivi il tempo cronologico e psicologico è solo uno degli infiniti moti possibili: credere che esista solo questo “tempo” è mera follia: un’illusione.

Il pensiero fu un aiuto e oggi si rivela l’ostacolo da superare.

Il pensiero partorisce concetti (le religioni come gli stati sono macroconcetti ad esempio) che accettati e ripetuti nei secoli decretano e stabilizzano una serie di regole e di leggi che si rivelano col tempo, grazie all’aspetto evolutivo e all’impermanenza, esauriti, obsoleti e anacronistici.

FLORILEGIO ERMETICO-L’AZIONE CREATIVA

Il Florilegio Ermetico è una nuova Rubrica dell’Angolo di Hermes, che trova la propria Ragion d’Essere nella necessità di condividere momenti di ispirazione, profonda introspezione e saggezza ricavati dalle opere pubblicate a partire dalle trascrizioni delle lezioni, degli incontri e dei carteggi che Hermes,  la Guida del Centro Altrove, sviluppa con gli allievi tutti.
Una buna ed ispirata lettura a tutti voi dunque,
e Grazie

 

“Questo è l’anno della trasformazione. Se vai al di là dell’aspetto, della forma delle cose, c’è l’azione che consente di cambiarle. Sii presente in ciò che fai, in ciò che vuoi, in ciò che dici, in ogni occasione e in ogni momento, fa spazio alla tua Anima e lascia che ti guidi nell’azione che tras-forma. […] Quando arriviamo ad applicare alle attività pratiche il Lavoro di Presenza, siamo condotti da un desiderio irresistibile del miracoloso. Come mettere in relazione il miracoloso e la Vita? Attraverso l’azione cosciente. Quando prendiamo in considerazione le azioni, non pensiamo mai che possano essere radicalmente differenti al loro interno, nella qualità. Pensiamo sempre allo scopo, al risultato, e mai all’azione in sé. E’ la qualità della forza che entra nell’azione a condizionarla, a renderla automatica o creativa. Più mi focalizzo sulla mia tras-forma-azione e più resto presente al mio scopo. Un miracolo di Fede.”

FLORILEGIO ERMETICO: ABBANDONARSI AL MAESTRO INTERIORE

Il Florilegio Ermetico è una nuova Rubrica dell’Angolo di Hermes, che trova la propria Ragion d’Essere nella necessità di condividere momenti di ispirazione, profonda introspezione e saggezza ricavati dalle opere pubblicate a partire dalle trascrizioni delle lezioni, degli incontri e dei carteggi che Hermes,  la Guida del Centro Altrove, sviluppa con gli allievi tutti.
Una buna ed ispirata lettura a tutti voi dunque,
e Grazie
 
“Per attraversare la vita protetti da ogni timore, ogni rischio ed ogni disgrazia, due cose sono necessarie, ed esse vanno sempre unite: la Grazia della Madre Divina e, da parte vostra, uno stato interiore fato di fede e sincerità.

Che la vostra fede sia pura, candida e perfetta. Una fede egoista dell’essere mentale e vitale, colorata dal desiderio per le meschine soddisfazioni della natura inferiore, è una fiama bassa e fumosa che non può innalzarsi diritta verso il Cielo.”

Hermes

Tratto da: Oltre il Tempo e lo Spazio, Lume IV, Dispensa di Lavoro del Gruppo Altrove

 
 

“Durante il corso della Vita, prima o poi ci capita di dover affrontare prove difficili. A volte ci sembra quasi di finire in un pozzo nero e oscuro, in una specie di limbo senza una apparente via d’uscita. Un luogo buio da cui dovremo da soli trovare il modo di uscire, così come dovremo trovare il modo d’uscire dalle paure e dal nostro egoismo che ci riconduce sempre nelle stesse dinamiche. Questi processi sono molto spesso esami che la Vita ci one e che ci mettono faccia a faccia  con la nostra parte oscura, rivelandoci il nostro Essere più segreto e profondo che ci fa sperimentare, tramite la nullificazione, la sofferenza, la solitudine, l’abbandono e la paura di morire, cosa significa davvero essere Vivi e Liberi.”

FLORILEGIO ERMETICO – RELAZIONE E RISPETTO

Il Florilegio Ermetico è una nuova Rubrica dell’Angolo di Hermes, che trova la propria Ragion d’Essere nella necessità di condividere momenti di ispirazione, profonda introspezione e saggezza ricavati dalle opere pubblicate a partire dalle trascrizioni delle lezioni, degli incontri e dei carteggi che Hermes,  la Guida del Centro Altrove, sviluppa con gli allievi tutti.
Una buna ed ispirata lettura a tutti voi dunque,
e Grazie
 

“Senza aver pacificato, rettificato e domato il turbinio compulsivo proprio della sensualità dell’essere vitale, non potrete mai avere una relazione autentica. Senza aver domato le vostre pulsioni, la vostra bramosia, senza aver trasformato il possesso, non potrete accedere ad una relazione basata sulla Libertà e sull’Autenticità. La relazione essenziale di coppia non è da intendersi solo come l’associazione terrestre di un uomo e donna allo scopo di formare una famiglia elettiva o innovativa. La coppia è in verità la rappresentazione microcosmica di una realtà macrocosmica. […] E’ la rappresentazione tangibile e visibile di un registro cosmico presente in diversi piani, manifesti e trascendenti dell’Essere Umano e della Realtà in cui costui esperisce la propria vita”.