• +39 0499903934
  • info@seialtrove.it
  • Cerca

BUCARE LE NUVOLE

Gli Altronauti – puntata di Venerdì 31 Dicembre 2021

Ci sono momenti in cui un cielo minaccioso sembra riservare a chi lo scruta un immediato futuro burrascoso.
Trovare in sé l’indomito Coraggio di Aprire un varco in queste nubi richiede, prima di tutto, l’essere consapevoli della propria paura nell’affrontare il pericolo.
Perché Paura e Coraggio sono Poli complementari della medesima esperienza.

Con questa metafora, tratta da un’esperienza raccontata in diretta, vi invitiamo all’ascolto di questa puntata degli Altronauti di venerdì 31 dicembre 2021 … ultimo giorno dell’anno, dunque valida occasione per fare una sintesi e un ringraziamento di quanto vissuto nel ciclo temporale che si conclude.

Nel corso della puntata, condividiamo gli auspici per l’Anno Nuovo e le considerazioni inviateci via email da numerosi ascoltatori ed ascoltatrici, ed accogliamo quelle che ci giungono in diretta telefonica, toccando numerosi argomenti: la Fine e l’Inizio, la Paura e il Coraggio, la capacità di superare le difficoltà in modo Creativo, la necessità dell’Uomo di fare “Rete” in modo compassionevole con i propri simili, l’importanza di acquisire insegnamenti dalle esperienze vissute se aperti e ricettivi ad esse, e molto molto altro.

LA PERFEZIONE DELLA VITA

Gli Altronauti: puntata di Venerdì 24 Dicembre 2021

In questa puntata pre-natalizia si fa il punto su un paradosso che ci ha accompagnato per molto tempo: come conciliare la necessità di distaccarsi dalle attività mondane per potersi dedicare ad una maggiore introspezione, con la necessità altrettanto forte di stare a contatto con il mondo, fatto di obblighi e doveri ma anche di rapporti sociali che forniscono un senso e un’identità alla nostra esistenza?

Attraverso alcuni estratti del capitolo “Il Coraggio di Superarsi”* e il racconto di vive esperienze di Autoconoscenza e di Cambiamento, facciamo luce su questa apparente contraddizione, toccando insieme agli ascoltatori moltissimi temi… libertà e schiavitù, consapevolezza e ignoranza, imperfezione e perfezione, sofferenza e felicità, singolarismo e rapporto con gli altri, le difficoltà e le possibilità celate nell’accettarci per come siamo, il senso di colpa e il principio di Responsabilità… in sintesi, le innumerevoli opportunità di Crescita che la Vita, nella sua perfezione intrinseca, ci offre.
E che solo tramite il Lavoro acquisiscono dinanzi ai nostri occhi profani reale Valore.

NON SI PUÒ CRESCERE SENZA LOTTARE

Gli Altronauti: puntata di Venerdì 17 Dicembre 2021

Affrontare le difficoltà che la Vita ci presenta lungo il cammino richiede sforzo, sacrificio e assunzione di responsabilità.
Nell’ottica di un Lavoro su di sé, ogni difficoltà nell’affrontarla può rivelarsi una possibilità per scoprire di più su noi stessi, e accedere a risorse che in precedenza non credevamo di avere, a nuove modalità di esistenza che, celate, attendevano solo di essere scorte. Spesso però tale assunzione di responsabilità contrasta con l’abitudine ad appoggiarci facilmente a soluzioni esterne, compromessi e situazioni che, promettendoci di alleviare i nostri sintomi, ci garantiscono di non mettere veramente in discussione noi stessi.

COLTIVARE LA TEMPERANZA

Gli Altronauti: puntata di venerdì 10 dicembre 2021

“Comprendere le cause che inducono l’animo umano all’errore, alla menzogna e alla falsità è per il profano l’unica strada maestra che conduce verso la vera conoscenza di sé. I tratti caratteristici di questa comprensione, però, si rivelano all’uomo solo se egli è disposto a rinnegare e trasformare l’idea che ha di se stesso…”.* Ne parliamo in questa puntata, cercando di stare più a contatto possibile con l’esperienza concreta e reale maturata lungo il cammino, sia di chi conduce sia di chi è in ascolto, con particolare riferimento alla Temperanza come virtù che, se coltivata, ci permette di individuare e perseguire il nostro vero Bene, ed alla misantropia, una condizione esistenziale oggi… di massa.

LE NOSTRE CREDENZE DETERMINANO LE NOSTRE POSSIBILITÀ

Gli Altronauti: puntata di venerdì 3 dicembre 2021

Puntata interamente dedicata ad un dialogo con gli ascoltatori sulle convinzioni interiori che decretano, con il nostro inconsapevole consenso, lo spazio di azione e le possibilità della nostra vita.

INDAGARE LE PROPRIE CONVINZIONI

Gli Altronauti – puntata di venerdì 26 novembre 2021

Dalla nascita all’adolescenza sviluppiamo, per naturale evoluzione, una struttura psichica ben precisa che definiamo per convenzione “io”. Si tratta di una struttura formata da una serie di credenze, convinzioni, preferenze, avversioni, che di rado ci capita di mettere in discussione spontaneamente: avere questo coraggio fa invece parte della sfida di conoscere se stessi, per verificare sul campo quanto di ciò che pensiamo corrisponda effettivamente alla Realtà… e darsi una Possibilità per Cambiare.

I PARAMETRI CULTURALI DELLA NOSTRA ESISTENZA

Gli Altronauti – venerdì 19 novembre 2021

Una puntata dedicata a porci qualche interrogativo su aspetti di noi che spesso diamo per scontati.
Cominciamo dal ruolo della cultura di appartenenza, che insieme alla morale, alla religione, alla famiglia, all’istruzione determina le convinzioni di fondo della nostra vita, i parametri e i paletti entro cui ci muoviamo nel gioco dell’esistenza, le lenti (spesso deformanti) attraverso cui guardiamo il mondo e che fungono da metro di giudizio su noi stessi e sugli altri.
Come poter valutare la correttezza di questi parametri, se siamo identificati in essi?

IL LAVORO DI CONOSCERE SE STESSI

Gli Altronauti: puntata di venerdì 12 novembre 2021

In questa puntata, attraverso l’esperienza vissuta all’interno del Centro Altrove, si porta una testimonianza di cosa significhi impegnarsi in un Lavoro di Autoconoscenza.
Parliamo dunque, ma non solo, di disciplina, di Presenza, di apprendimento attraverso la viva esperienza e l’errore, di vita in comune, di correzione delle abitudini malsane, di conoscere noi stessi attraverso i fatti che realizziamo (e non solo le parole o i pensieri…), di toccare con mano i condizionamenti che viviamo e di come, attraverso la disciplina, iniziare ad affrancarci da essi… Parliamo di Dignità.

LAVORARE SU DI SÉ: DIALOGO CON ALESSANDRO SAUDINO

Gli Altronauti: puntata di venerdì 5 novembre 2021

Dialogo con Alessandro Saudino, alchimista, sognatore e… anima in cammino, che attraverso la sua ampia esperienza di vita offre molti spunti pratici per la conoscenza di se stessi. Tra gli argomenti affrontati:

  • vivere la vita come un sogno, ovvero… in presenza (!)
  • assumersi la responsabilità di ciò che ci accade
  • l’identificazione come schema di protezione automatica, che ci limita nel poter essere ciò che siamo realmente
  • il pietismo verso noi stessi, con l’identificazione nel ruolo di vittima, vissuta spesso insieme alla credenza di dover essere perfetti
  • l’importanza di sostituire le programmazioni obsolete in noi con nuovi programmi
  • il sogno come esperienza attraverso cui maturare padronanza su noi stessi
  • i luoghi psichici del sognare: musica, teatro, scienza, arte, vita

AUTOSSERVAZIONE: BURATTINI O BAMBINI?

Gli Altronauti – puntata di venerdì 29 ottobre 2021

Colui che sceglie di intraprendere un reale Lavoro su di sé incontra come limiti iniziali le proprie abitudini e le proprie paure, che sono costanti e talvolta “feroci”… ma solo chi riconosce e accetta il proprio stato di schiavitù può andare incontro alla Libertà. Solo colui che accetta di essere… un burattino di legno, cercherà di ritornare bambino!

A tal fine, nell’attuale situazione di sbandamento e confusione, un formidabile strumento evolutivo alla portata di tutti è l’Autosservazione, di cui parliamo in questa puntata.

AMMETTERE LA PROPRIA IGNORANZA

Gli Altronauti: puntata di venerdì 22 ottobre 2021

È possibile vivere in una condizione di ignoranza radicata, profonda e soprattutto acquisita… e non esserne consapevoli?
Inoltrandosi in un percorso di conoscenza di sé, una delle constatazioni più profonde con cui si entra a contatto è che la maggior parte delle informazioni e delle nozioni che abbiamo acquisito attraverso la famiglia, la scuola, i media e l’ambiente in cui siamo cresciuti, ad una verifica empirica risulta spesso incompleta, parziale e molto approssimativa rispetto alla realtà. Eppure, per quanto tempo, prima di accorgercene, abbiamo prestato fede a queste “verità”, facendone i pilastri su cui poggiava la costruzione di tutte le nostre certezze, anche quelle che riguardano “noi stessi”, la “nostra” vita, il “nostro” modo di essere e “chi” siamo veramente… 

Ne parliamo in questa puntata, la prima di un ciclo dedicato all’argomento, attraverso l’esperienza del Gruppo Altrove e le considerazioni in diretta telefonica degli ascoltatori.

“SO DI NON SAPERE”: DA SOCRATE AD OGGI

Gli Altronauti – puntata di venerdì 15 ottobre 2021

Come ogni argomento che si desidera approfondire, anche la conoscenza di sé passa attraverso lo studio, che inizia dall’autosservazione, e prosegue con la verifica effettiva attraverso l’esperienza delle informazioni che mentalmente acquisiamo come “vere”.
Ed è attraverso questa verifica che spesso ci si trova ad ammettere che, in assenza di un Lavoro su di sé, ciò che realmente conosciamo di noi stessi è davvero poco, come recita il famoso motto di Socrate…

VARCARE LA SOGLIA DELL’IGNOTO

Gli Altronauti – puntata di venerdì 8 Ottobre 2021

Il termine ignoto definisce ciò che non è conosciuto, non noto, di cui non si ha alcuna conoscenza o esperienza… tutto ciò che in noi non è conosciuto, sperimentato o identificabile è quindi ignoto.
Il pensiero associativo invece naviga incessantemente in ciò che è conosciuto, sicuro e affidabile, assicurandoci un illusorio senso di permanenza e di durata. Per conoscere noi stessi, però, ci viene richiesto di attraversare la paura del non conosciuto…

L’INSEGNAMENTO E IL LAVORO COSCIENTE

Gli Altronauti – puntata di Venerdì 1° ottobre 2021

Una delle idee fondamentali di un Insegnamento volto alla conoscenza di se stessi è che nello stato ordinario tutto accade nella ripetizione meccanica dei ricordi e delle associazioni, tutto avviene nel sonno.
In tale stato non abbiamo altra possibilità che sperimentare frammenti di sogni passati, opachi riflessi che velano la realtà e la vera conoscenza.
Non possiamo dare direzione alla nostra vita con la Volontà catturata in un sogno. Nel regno dell’io ordinario siamo totalmente dipendenti dalle influenze esterne e schiavi delle reazioni automatiche del nostro funzionamento meccanico. È una schiavitù che riveste un ideale di libertà… Tuttavia, l’uomo ha la possibilità di risvegliarsi dal sonno, di risvegliarsi a qualcosa di più alto, di essere l’artefice della propria vita, e il mezzo risiede nell’attenzione che egli pone alla propria esperienza…*

FECONDARE E TRASMUTARE I PARADIGMI COLLETTIVI

Gli Altronauti – puntata di venerdì 24 settembre 2021

«La rivoluzione, nei suoi aspetti violenti, è a vari gradi sempre espressione di scarsità e deficienza.
Essa, infatti, implica che il popolo in generale sia ancora così oppresso dalla mancanza e dalla paura, così non risvegliato mentalmente e così rigidamente controllato da meccanismi di scarsità sociale, religiosa ed economica, che non possa partecipare alla metamorfosi evolutiva della società se non in modo puramente passivo e cieco.

LA VIA DELL’EVOLUZIONE CONSAPEVOLE

Gli Altronauti – puntata di venerdì 17 settembre 2021

“La vita ordinaria obbedisce alla legge del circolo delle influenze meccaniche. La via per lo sviluppo dell’individuo, per l’emancipazione e la padronanza dell’Essere, è opposta dunque alla vita di ogni giorno. L’evoluzione consapevole è basata su altri principi, soggetti ad altre leggi. Questo è il segreto del suo potere e del suo significato. (…) Una via di questo tipo richiede un altro tipo di iniziativa. Richiede una mente aperta e capace di discernimento, cioè la capacità di distinguere al proprio interno ciò che è abitudinario e meccanico da ciò che è volontario e cosxiente…”.*

VISIONE E CONOSCENZA

Gli Altronauti – puntata di venerdì 10 settembre 2021

Nella vita di tutti i giorni «possiamo vedere una forma, ma non possiamo conoscerne la natura attraverso i sensi. Il pensiero conosce le forme ma non può afferrare la realtà che è dietro di esse, la realtà di quel che siamo, che appare prima e dopo ogni pensiero o sentimento. Quello di cui facciamo esperienza (suoni, forme, colori, pensieri) non può esistere senza uno sfondo, ma questo sfondo non può essere percepito dai sensi e dunque resta non visto, non sperimentato…».*

LE ORME DELLA VITA: I PRIMI PASSI

Gli Altronauti – puntata di venerdì 3 settembre 2021

Le orme della Vita si percorrono ripulendo e purificando il desiderio compulsivo di percorrerle.
Chi si scruta dentro per conoscersi, ringrazia le crisi e ne comprende gli ostacoli, perché ha realizzato che i limiti imposti dalla Forza della Vita forgiano l’uomo e ne risvegliano l’anima.
È del tutto normale muovere i primi passi sorretti dalla fantasia della novità, dalla curiosità, dall’inconsapevolezza, dall’ambizione, dalla superbia e dalla santa ignoranza. L’importante è che si proceda consapevoli delle innumerevoli capacità e potenzialità insite nell’uomo, limitate solo dal contrasto tra i suoi conflitti e l’ampiezza dei suoi aspirati orizzonti.*

A PROPOSITO DI CULTURA E CIVILTÀ

Gli Altronauti – puntata di venerdì 27 agosto 2021

“In un certo senso, la nostra civiltà non è da biasimare se la questione sollevata in questo momento storico porterà a una catastrofe. Potremmo invece dire che ha svolto bene il suo lavoro.
La responsabilità ora è degli uomini e delle donne di cultura che gestiscono i suoi modelli, e che potenzialmente sono in grado di costruire nuovi modelli per adattarsi ai nuovi poteri liberati dalle cristallizzazioni della materia. La civiltà, quale macro ente, è in fondo la liberazione del potere, e il potere è essenzialmente la capacità di agire in modo efficace per la prosperità e l’evoluzione comune…”.*

IL PARADIGMA DELL’ABBONDANZA

Gli Altronauti – puntata di venerdì 20 agosto 2021

«Affinché la cosxienza dell’uomo sia sufficientemente ampliata per comprendere l’intera Terra e per rendersi conto che l’umanità ha una funzione ben definita da svolgere come “organo” all’interno dell’organismo totale del pianeta, l’uomo non può non individualizzarsi, cioè spersonalizzarsi e liberarsi dalla schiavitù psichica corrotta delle condizioni socio-culturali e geografiche, le stesse che lo rinchiudono in una complessa ragnatela mentale-virtuale, costituenti valori e credenze “tribali di massa”.

Gli uomini hanno sviluppato un tipo di mente cosxiente e oggettiva, e possono dunque porsi e porre domande pertinenti alla Realtà in cui sono immersi e comprenderne significato e senso.
Per liberarsi dall’inganno delle apparenze, l’ego collettivo deve innanzitutto credere nell’abbondanza e nell’eterna pienezza dell’Essere.
Bisogna superare le abitudini alla scarsità, causa prima della competizione e generatrice dei fantasmi della paura e della colpa che limitano la vera Essenza nell’uomo…». *

I DUE TIPI DI DISCIPLINA

Gli Altronauti – puntata di venerdì 6 agosto 2021

«Ci sono due tipi di disciplina, uno idealizzato dalla falsa Personalità e l’altro custodito esclusivamente dall’Essenza. La prima conduce all’apparire e all’inevitabile sofferenza, la seconda alla crisi evolutiva come scelta di vita. Essere in grado di discernere tra questi due significa essere in grado di trarre beneficio dalla disciplina o di soffrirne.

La disciplina in virtù della falsa Personalità è un’imposizione, una richiesta fatta il cui beneficio è solo quello di alimentare un falso senso di autostima o al contrario un senso di colpa e disistima, alimentare il giudizio di come si è migliori o peggiori degli altri, di come sarebbe se avessi questo o quest’altro. Queste tendenze esteriorizzanti non aiutano alcun processo a beneficio dell’intuizione o della crescita, ma staticizzano la giustificazione dell’io nelle sue poliedriche e illusorie manifestazioni.

SI FA PRESTO A DIRE “IO”…

 …pregi e difetti di una monosillaba essenziale

Gli Altronauti – puntata di venerdì 30 luglio 2021

L’uomo dice “io” e con questo termine indica un’infinità di identificazioni, ovvero qualità, attributi, ruoli attraverso cui definiamo la nostra immagine e la nostra identità, ognuno dei quali ha potuto svilupparsi grazie ad una scelta: una possibilità è stata preferita ad un’altra. In pratica, definendoci ed attribuendoci delle caratteristiche in cui ci riconosciamo, ci identifichiamo unicamente in un polo della nostra personalità, spesso quello che mostra un nostro pregio, escludendo però il polo opposto e complementare, a cui viene ad associarsi un’imperfezione, un difetto.

APRIRSI AL N-UOVO

Gli Altronauti – puntata di venerdì 23 luglio 2021

Prendiamo spunto dagli esempi della precedente puntata per toccare il tema dell’Uomo N-Uovo, offrendone una definizione compatibile con la nostra quotidianità. In quale misura ogni giorno permettiamo a questa scintilla divina in noi di emergere, in tutta la sua ispirata Creatività, aprendo una breccia nel “vecchio” della nostra personalità?

ALLA SCOPERTA DELL’AMOR… PROPRIO – PARTE II: ESEMPI PRATICI

Gli Altronauti – puntata del 16 luglio 2021

Ognuno di noi fa i conti, consapevolmente o no, con un sentimento di sé chiamato «amor proprio». Dopo averne citato le caratteristiche nella puntata del 25 giugno, torniamo a parlarne apportando alcuni esempi pratici di come questo sentimento emerga e ci condizioni negli scambi quotidiani con le altre persone e nelle dinamiche della vita, commentandoli attraverso l’esperienza del Gruppo Altrove e le impressioni degli ascoltatori.

IL LAVORO E L’INSEGNAMENTO

Gli Altronauti – puntata del 9 luglio 2021

«Non dovremmo mai ingannare noi stessi, poiché nostri pensieri e le nostre intenzioni si riflettono insidiosamente sugli altri. […] Quello in cui sono immerso oggi, ciò che chiamo “la mia esperienza”, è il massimo, l’ideale, su cui strutturare la mia indagine conoscitiva. Il luogo in cui risiedo, le persone con cui lo condivido, le relazioni esterne, sono tutte materiale di studio e di indagine per comprendere i miei mondi interiori. Ogni resistenza, ogni costrizione, ogni processo con cui entro in contatto, è la proiezione di un “qualcosa” o un “qualcuno” che porto dentro…».

Commentiamo questo spunto di utilità per un Lavoro quotidiano attraverso l’esperienza del Gruppo Altrove e degli ascoltatori.

I MESSAGGI DELL’ESSENZA

Gli Altronauti – puntata di venerdì 2 luglio 2021

Ospite della puntata è Daniela Colavitti, ricercatrice che è transitata attraverso diverse esperienze nel suo viaggio alla ricerca dell’Essenza.

Con lei parliamo delle modalità diverse attraverso cui la nostra Essenza può esprimersi e comunicare con noi, dai sogni alle esperienze della vita, compresa la malattia, alle persone che incontriamo, nostri fedeli specchi e maestri… messaggi che, se colti, ci permettono di avere delle possibilità in più per vivere realmente la nostra vita anziché esserne vissuti passivamente. Numerosi gli interventi degli ascoltatori che arricchiscono il dialogo.

ALLA SCOPERTA DELL’AMOR… PROPRIO

Gli Altronauti – puntata del 25 giugno 2021

«La Luce dell’Essere per amore anima di Volontà lo sbocciare della nostra Essenza.
La personalità è lo sbocciare di un fiore, è il materializzarsi di un’Idea essenziale che in potenza contiene un frutto unico nel suo temperamento, il quale, attraverso un processo di condensazione, maturando struttura l’io e le proprie funzioni: il sistema ego.
Tale sistema è strumento e indispensabile apparato per l’evoluzione dell’essere umano…».

SCELTE COSTITUENTI

Gli Altronauti – puntata di venerdì 18 giugno 2021

Una domanda importante divide oggi le cosxienze degli uomini; una domanda a cui vengono date due interpretazioni opposte.
La nostra società occidentale, e la sua cultura ormai diffusa in gran parte del globo, sta attraversando un periodo di “riaggiustamento” nel suo percorso progressivo verso una crescente ed efficiente dimostrazione della capacità di controllare l’ambiente, soddisfare i suoi più reconditi desideri e, non per ultimo, migliorare tecnicamente le sue possibilità genetiche; oppure, sta affrontando la disintegrazione e il collasso perché non è riuscita a realizzare ciò che era potenzialmente in grado e destinata a realizzare, abusando dei poteri e delle possibilità che il nuovo sviluppo evolutivo della sua mente aveva liberato?

Tutto ciò che facciamo e pensiamo ora e nei prossimi anni dipende da quale delle due modalità interpretative noi, individualmente e collettivamente, consideriamo corretta…

MECCANICITÀ O LIBERTÀ?

Gli Altronauti – puntata dell’11 giugno 2021

Una delle idee fondamentali di insegnamento volto alla conoscenza di sé stessi è che nello stato ordinario tutto avviene nel sonno, ovvero tutto accade nella ripetizione meccanica dei ricordi e delle associazioni.
In tale stato non abbiamo altra possibilità che sperimentare frammenti di sogni passati, opachi riflessi che velano la realtà e la vera conoscenza.
Non possiamo dare direzione alla nostra vita con la volontà catturata in un sogno. Nel regno dell’io ordinario siamo totalmente dipendenti dalle influenze esterne e schiavi delle reazioni automatiche del nostro funzionamento meccanico. È una schiavitù che riveste un ideale di libertà.

Ne parliamo attraverso alcune vive testimonianze, sondando le diverse impressioni ed esperienze degli ascoltatori.

SIAMO DAVVERO “LIBERI”?

Gli Altronauti – puntata di venerdì 4 giugno 2021

Com’è mai possibile: abbiamo studiato, faticato, fatto strada, guadagniamo tanto, siamo in gamba, abbiamo dei bei soldi in tasca, abbiamo una casa, una macchina per andare dove vogliamo, siamo riconosciuti e rispettati socialmente… come possiamo essere schiavi?!

Ne parliamo in questa puntata, in una sinergia tra l’esperienza del Gruppo Altrove e l’impressione degli ascoltatori, affrontando un po’ di quelle limitazioni e contraddizioni che rendono la nostra “libertà”… fortemente condizionata.

RIVOLUZIONE INTERIORE

Gli Altronauti – puntata di venerdì 28 maggio 2021

Milioni di persone nel mondo soffrono oggi di una comune mancanza; i sentimenti intensi e forti che ancorano l’uomo alle proprie radici esistenziali sono per questa moltitudine come sospesi; la rabbia e la paura hanno sostituito il desiderio e la voglia di vivere. La precarietà e l’incertezza generano paura, e la paura ottunde l’atto consapevole del “pensare” liberamente. Si sono affievoliti i punti di riferimento; i valori familiari e sociali su cui le moltitudini strutturavano la propria vita non reggono più il confronto con questa nuova concezione di umanità, che richiede privazioni sistemiche dell’essenzialità individuale, e di interi popoli, risultando essere per ora motivo di confusione e perplessità generale. La massa è come in un limbo, sospesa tra ciò che era, a cui brama ritornare, e ciò che sarà, di cui teme pensare…

CONFORMISTI O CONVINTI

Gli Altronauti – puntata di venerdì 21 maggio 2021

«Sembra, nel mondo di oggi, che ognuno desideri solo essere identificato con la maggioranza: successo, riconoscimento e conformismo sono le parole d’ordine. Eppure, noi abbiamo il mandato di essere non conformisti; dobbiamo essere convinti, non conformi: la convinzione viene dall’interno, la conformità, da fuori. Una società opulenta vorrebbe indurci a credere che la felicità consista nella dimensione delle nostre automobili, nella imponenza delle nostre case e nella sontuosità delle nostre vesti. Ma Gesù ci dice: la vita di un uomo non consiste nell’abbondanza delle cose che egli possiede. Noi abbiamo coltivato una mentalità di massa, e siamo passati da un rozzo individualismo a un rozzo collettivismo». (M. L. King)

LA MORTE E LA VITA SECONDO LA LEGGE DI POLARITÀ

Gli Altronauti – puntata di venerdì 14 maggio 2021

«Non ci siamo mai chiesti cosa sia la morte, con tutto il nostro essere. Viene sempre presa in considerazione nei termini della sopravvivenza, come se fosse la continuazione della vita in una catena o con un movimento incessante. Ma la sopravvivenza è solo sopravvivenza di ciò che è conosciuto. Agiamo dal conosciuto al conosciuto. Desideriamo la continuità e ci attacchiamo alla sopravvivenza senza mai interrogarci sulle origini di questo desiderio…».

LA VIA DELLA SINCERITÀ

Gli Altronauti – puntata di venerdì 7 maggio 2021

«Quello che un uomo dice dovrebbe sempre passare in secondo piano rispetto a ciò che è e a ciò che fa. Nell’enfasi di quest’epoca priva dei valori essenziali e di reali punti di riferimento, sembra invece che conti solo ciò che uno dice e che, in fondo, spesso non fa…».

Essere sinceri e leali a se stessi è il vero metro di misura per chi si orienta in un cammino rivolto al Vero, soprattutto quando questa intima lealtà comporta la rinuncia a schemi, parvenze, maschere che nel tempo abbiamo imparato ad adottare per convenienza e per sopravvivenza sociale. Insieme alle esperienze del Gruppo Altrove, impressioni e opinioni degli ascoltatori arricchiscono la puntata di molti validi spunti di riflessione.

IMPARARE AD ESSERE VERI

Gli Altronauti – puntata di venerdì 30 aprile 2021

«Imparare ad essere veri è un Lavoro a tempo pieno. Non funziona se lo praticate saltuariamente, e per prendervi questo tipo di impegno bisogna che amiate ed apprezziate la Realtà. Dovete voler essere veri ad ogni costo. Dovete amare la verità, anche se non vi piace quello che pensate di essere in un determinato momento. Questo genere d’Amore è la motivazione più potente, la vera Aspirazione per il Lavoro interiore…».

Cosa significare realmente essere veri, sinceri, essere “noi stessi”? Quali sono le implicazioni e le difficoltà che troviamo nel provare a mettere in pratica quotidianamente questo impegno così profondo? E soprattutto a cosa dovremmo… rinunciare?

LA RESPONSABILITÀ DI SCEGLIERE

Gli Altronauti: puntata di venerdì 23 aprile 2021

In questa puntata attraverso spunti di diversa natura parliamo di cosa significa assumersi la responsabilità di compiere delle scelte ed accettarne le conseguenze, anche attraverso la conoscenza di alcune leggi che, pur non essendo inserite nei programmi di studio scolastici, presiedono al processo evolutivo di ciascuno di noi.

DISTACCO E DISCERNIMENTO

Gli Altronauti: puntata di venerdì 16 aprile 2021

In questa puntata parliamo della necessità di emanciparci dalle condizioni in cui siamo cresciuti e che ci hanno forgiato quando non ci permettono di progredire e armonizzare la nostra vita, nonché del nostro rapporto con i «maestri», quelli idealizzati e lontani e quelli concreti e umani; l’occasione si presta per una disamina di due parole, «distacco» e «discernimento», il cui significato può esserci di aiuto in questo processo evolutivo.

IMPARARE AD ACCOGLIERE

Gli Altronauti: puntata di venerdì 9 aprile 2021

Dal punto di vista del Lavoro su di sé, «accogliere» non significa solo prestare ospitalità o dare sostegno a qualcun altro, ma anzitutto essere aperti, propensi e partecipi verso gli eventi che ci capitano tutti i giorni, verso le parole che gli altri ci trasmettono, verso le esperienze, per poterne trarre nutrimento utile alla nostra evoluzione. Ovvero l’opposto di ciò che spesso potremmo essere portati a fare dal nostro piccolo grande ego…

RAPPORTARCI CON L’AUTORITÀ

Gli Altronauti: puntata di venerdì 2 aprile 2021

In questa puntata ci soffermiamo sul rapporto che, anche da adulti, la nostra emotività infantile instaura con l’autorità, spesso rappresentata non solo da quelle forze restrittive che ci impediscono di fare ciò che intimamente desideriamo – presentandosi come un nemico da combattere o un padrone a cui asservirsi – ma anche dalle persone che amiamo di più e con cui instauriamo un rapporto di dipendenza.

LOTTARE PER CRESCERE

Gli Altronauti – puntata di venerdì 26 marzo 2021

Spesso anche chi è convinto di essere sveglio, consapevole, adulto o di fare un lavoro su di sé per comoda convenienza si appoggia a persone e situazioni che, se viste con sincerità, servono ad evitargli di affrontare davvero le proprie difficoltà e di poter trarre da esse le risorse utili a crescere, a superare i propri limiti e soprattutto a mettere in discussione l’idea che egli ha di se stesso… quasi sempre illusoria.

Di questa lotta per crescere e della pretesa implicita che spesso ci porta a dare per scontato che il mondo o la vita ci debbano qualcosa, sempre e comunque, parliamo in questa puntata attraverso la vibrante esperienza del Gruppo di Lavoro di Altrove ed alcuni spunti di riflessione tratti dai nostri testi.

123