• +39 0499903934
  • info@seialtrove.it
  • Cerca

LA VIA DELL’EVOLUZIONE CONSAPEVOLE

Gli Altronauti – puntata di venerdì 17 settembre 2021

“La vita ordinaria obbedisce alla legge del circolo delle influenze meccaniche. La via per lo sviluppo dell’individuo, per l’emancipazione e la padronanza dell’Essere, è opposta dunque alla vita di ogni giorno. L’evoluzione consapevole è basata su altri principi, soggetti ad altre leggi. Questo è il segreto del suo potere e del suo significato. (…) Una via di questo tipo richiede un altro tipo di iniziativa. Richiede una mente aperta e capace di discernimento, cioè la capacità di distinguere al proprio interno ciò che è abitudinario e meccanico da ciò che è volontario e cosxiente…”.*

VISIONE E CONOSCENZA

Gli Altronauti – puntata di venerdì 10 settembre 2021

Nella vita di tutti i giorni «possiamo vedere una forma, ma non possiamo conoscerne la natura attraverso i sensi. Il pensiero conosce le forme ma non può afferrare la realtà che è dietro di esse, la realtà di quel che siamo, che appare prima e dopo ogni pensiero o sentimento. Quello di cui facciamo esperienza (suoni, forme, colori, pensieri) non può esistere senza uno sfondo, ma questo sfondo non può essere percepito dai sensi e dunque resta non visto, non sperimentato…».*

LE ORME DELLA VITA: I PRIMI PASSI

Gli Altronauti – puntata di venerdì 3 settembre 2021

Le orme della Vita si percorrono ripulendo e purificando il desiderio compulsivo di percorrerle.
Chi si scruta dentro per conoscersi, ringrazia le crisi e ne comprende gli ostacoli, perché ha realizzato che i limiti imposti dalla Forza della Vita forgiano l’uomo e ne risvegliano l’anima.
È del tutto normale muovere i primi passi sorretti dalla fantasia della novità, dalla curiosità, dall’inconsapevolezza, dall’ambizione, dalla superbia e dalla santa ignoranza. L’importante è che si proceda consapevoli delle innumerevoli capacità e potenzialità insite nell’uomo, limitate solo dal contrasto tra i suoi conflitti e l’ampiezza dei suoi aspirati orizzonti.*

A PROPOSITO DI CULTURA E CIVILTÀ

Gli Altronauti – puntata di venerdì 27 agosto 2021

“In un certo senso, la nostra civiltà non è da biasimare se la questione sollevata in questo momento storico porterà a una catastrofe. Potremmo invece dire che ha svolto bene il suo lavoro.
La responsabilità ora è degli uomini e delle donne di cultura che gestiscono i suoi modelli, e che potenzialmente sono in grado di costruire nuovi modelli per adattarsi ai nuovi poteri liberati dalle cristallizzazioni della materia. La civiltà, quale macro ente, è in fondo la liberazione del potere, e il potere è essenzialmente la capacità di agire in modo efficace per la prosperità e l’evoluzione comune…”.*

IL PARADIGMA DELL’ABBONDANZA

Gli Altronauti – puntata di venerdì 20 agosto 2021

«Affinché la cosxienza dell’uomo sia sufficientemente ampliata per comprendere l’intera Terra e per rendersi conto che l’umanità ha una funzione ben definita da svolgere come “organo” all’interno dell’organismo totale del pianeta, l’uomo non può non individualizzarsi, cioè spersonalizzarsi e liberarsi dalla schiavitù psichica corrotta delle condizioni socio-culturali e geografiche, le stesse che lo rinchiudono in una complessa ragnatela mentale-virtuale, costituenti valori e credenze “tribali di massa”.

Gli uomini hanno sviluppato un tipo di mente cosxiente e oggettiva, e possono dunque porsi e porre domande pertinenti alla Realtà in cui sono immersi e comprenderne significato e senso.
Per liberarsi dall’inganno delle apparenze, l’ego collettivo deve innanzitutto credere nell’abbondanza e nell’eterna pienezza dell’Essere.
Bisogna superare le abitudini alla scarsità, causa prima della competizione e generatrice dei fantasmi della paura e della colpa che limitano la vera Essenza nell’uomo…». *

I DUE TIPI DI DISCIPLINA

Gli Altronauti – puntata di venerdì 6 agosto 2021

«Ci sono due tipi di disciplina, uno idealizzato dalla falsa Personalità e l’altro custodito esclusivamente dall’Essenza. La prima conduce all’apparire e all’inevitabile sofferenza, la seconda alla crisi evolutiva come scelta di vita. Essere in grado di discernere tra questi due significa essere in grado di trarre beneficio dalla disciplina o di soffrirne.

La disciplina in virtù della falsa Personalità è un’imposizione, una richiesta fatta il cui beneficio è solo quello di alimentare un falso senso di autostima o al contrario un senso di colpa e disistima, alimentare il giudizio di come si è migliori o peggiori degli altri, di come sarebbe se avessi questo o quest’altro. Queste tendenze esteriorizzanti non aiutano alcun processo a beneficio dell’intuizione o della crescita, ma staticizzano la giustificazione dell’io nelle sue poliedriche e illusorie manifestazioni.

SI FA PRESTO A DIRE “IO”…

 …pregi e difetti di una monosillaba essenziale

Gli Altronauti – puntata di venerdì 30 luglio 2021

L’uomo dice “io” e con questo termine indica un’infinità di identificazioni, ovvero qualità, attributi, ruoli attraverso cui definiamo la nostra immagine e la nostra identità, ognuno dei quali ha potuto svilupparsi grazie ad una scelta: una possibilità è stata preferita ad un’altra. In pratica, definendoci ed attribuendoci delle caratteristiche in cui ci riconosciamo, ci identifichiamo unicamente in un polo della nostra personalità, spesso quello che mostra un nostro pregio, escludendo però il polo opposto e complementare, a cui viene ad associarsi un’imperfezione, un difetto.

APRIRSI AL N-UOVO

Gli Altronauti – puntata di venerdì 23 luglio 2021

Prendiamo spunto dagli esempi della precedente puntata per toccare il tema dell’Uomo N-Uovo, offrendone una definizione compatibile con la nostra quotidianità. In quale misura ogni giorno permettiamo a questa scintilla divina in noi di emergere, in tutta la sua ispirata Creatività, aprendo una breccia nel “vecchio” della nostra personalità?

ALLA SCOPERTA DELL’AMOR… PROPRIO – PARTE II: ESEMPI PRATICI

Gli Altronauti – puntata del 16 luglio 2021

Ognuno di noi fa i conti, consapevolmente o no, con un sentimento di sé chiamato «amor proprio». Dopo averne citato le caratteristiche nella puntata del 25 giugno, torniamo a parlarne apportando alcuni esempi pratici di come questo sentimento emerga e ci condizioni negli scambi quotidiani con le altre persone e nelle dinamiche della vita, commentandoli attraverso l’esperienza del Gruppo Altrove e le impressioni degli ascoltatori.

IL LAVORO E L’INSEGNAMENTO

Gli Altronauti – puntata del 9 luglio 2021

«Non dovremmo mai ingannare noi stessi, poiché nostri pensieri e le nostre intenzioni si riflettono insidiosamente sugli altri. […] Quello in cui sono immerso oggi, ciò che chiamo “la mia esperienza”, è il massimo, l’ideale, su cui strutturare la mia indagine conoscitiva. Il luogo in cui risiedo, le persone con cui lo condivido, le relazioni esterne, sono tutte materiale di studio e di indagine per comprendere i miei mondi interiori. Ogni resistenza, ogni costrizione, ogni processo con cui entro in contatto, è la proiezione di un “qualcosa” o un “qualcuno” che porto dentro…».

Commentiamo questo spunto di utilità per un Lavoro quotidiano attraverso l’esperienza del Gruppo Altrove e degli ascoltatori.

I MESSAGGI DELL’ESSENZA

Gli Altronauti – puntata di venerdì 2 luglio 2021

Ospite della puntata è Daniela Colavitti, ricercatrice che è transitata attraverso diverse esperienze nel suo viaggio alla ricerca dell’Essenza.

Con lei parliamo delle modalità diverse attraverso cui la nostra Essenza può esprimersi e comunicare con noi, dai sogni alle esperienze della vita, compresa la malattia, alle persone che incontriamo, nostri fedeli specchi e maestri… messaggi che, se colti, ci permettono di avere delle possibilità in più per vivere realmente la nostra vita anziché esserne vissuti passivamente. Numerosi gli interventi degli ascoltatori che arricchiscono il dialogo.

ALLA SCOPERTA DELL’AMOR… PROPRIO

Gli Altronauti – puntata del 25 giugno 2021

«La Luce dell’Essere per amore anima di Volontà lo sbocciare della nostra Essenza.
La personalità è lo sbocciare di un fiore, è il materializzarsi di un’Idea essenziale che in potenza contiene un frutto unico nel suo temperamento, il quale, attraverso un processo di condensazione, maturando struttura l’io e le proprie funzioni: il sistema ego.
Tale sistema è strumento e indispensabile apparato per l’evoluzione dell’essere umano…».